Camminare per dimagrire

0
2912

Camminare per dimagrire è l’attività più intelligente da fare se si vuole perdere qualche chilo di troppo. Adesso vi spieghiamo perché conviene, come farlo e come farlo in modo efficace.

1 – Camminare per dimagrire conviene

Camminare per dimagrire è l’attività fisica più semplice e completa, che conviene fare se:

a# Siamo in una condizione di sovrappeso ed allora è tutto più difficile: può essere frustrante e imbarazzante mettersi a correre, iscriversi in una palestra o impegnarsi a fare del fitness a casa per non riuscire ad avere risultati tangibili in un tempo ragionevole.

b# Non siamo più giovanissimi, e preferiamo non correre il rischio di farci del male, ai legamenti o alle cervicali, con un’attività più energica. Se vogliamo perdere qualche chilo di troppo senza rimetterci qualcos’altro, conviene intanto cominciare a camminare.

c# Siamo così fuori forma che se ci mettiamo a correre, a ritmo molto blando, dopo qualche centinaio di metri abbiamo il fiatone.

d# Siamo stanchi di provare a fare delle attività di fitness a casa senza ottenere nessuna consistente perdita di peso.

In questi casi, lasciate stare lo spinning, la zumba e la pool dance. Se il vostro obiettivo è dimagrire, uscite di casa e iniziate a camminare: è il miglior modo per ritrovare la forma e il sorriso. Ed è anche un’ottima attività aerobica per il vostro benessere cardiovascolare e in generale per la vostra salute, vi garantisce di potervi  liberare di qualche chilo di troppo ed è un’attività che non costa nulla.

2- Camminare per dimagrire: come farlo

Come fare a camminare per dimagrire è un obiettivo che dovete trovare voi stessi, tramite la pratica, l’esperienza e i progressi che farete con il vostro corpo, seguendo queste semplici regole:

a# Potete camminare quanto volete, ma se non seguite una dieta ipocalorica, equilibrata e varia, l’ago della bilancia non scenderà mai. Per approfondire vi consigliamo di leggere il nostro articolo “Dieta dimagrante: la migliore non è una dieta”.

b# Camminare per dimagrire non vuol dire fare due passi e chiacchierare. Bisogna camminare a ritmo sostenuto, cioè cercando di tenere sempre la frequenza cardiaca un po’ sotto la nostra massima soglia aerobica. Cioè camminare senza mai sentire il fiatone: quando vi sentite troppo affaticati, rallentate per un po’ e quando vi siete ripresi di nuovo, via con un passo più veloce. Per saperne di più, approfondite con il nostro articolo “Esercizi per dimagrire: come iniziare a farli”.

c# Dovete camminare per più di 20 – 30 minuti alla volta, se volete che il consumo di calorie non derivi solo da un bruciare carboidrati, ma vada ad intaccare anche le riserve del vostro tessuto adiposo. L’obiettivo è riuscire a camminare per un’ora, 45 minuti, a passo sostenuto, almeno 3 volte alla settimana.

d# Cercate di variare sempre. Camminate sul vostro percorso preferito, ma quando siete più esperti, cercate di cambiare strada e di trovare alternative: trovate delle salite brevi, una scalinata va bene, dei percorsi diversi e spingete, rallentate e ripartite. Trovate il vostro limite e datevi sempre un obiettivo nuovo: un altro chilometro, fino alla fine del viale o altri 10 minuti, poi si torna a casa.

e# Camminare per dimagrire richiede una buona dose di sacrificio: quella di rinunciare ad altre cose e riuscire a conciliare gli impegni giornalieri per trovare del tempo libero da dedicare a questa attività con regolarità. Se iniziate a camminare per dimagrire e dopo qualche uscita non avete più tempo, non va bene: vi può essere d’aiuto il nostro articolo “Cambiare stile di vita. Ecco come”.

3 – Camminare per dimagrire: come farlo in modo efficace

Ci sono dei consigli che conviene seguire se desiderate camminare per dimagrire in modo efficace. Eccoli:

a# Come per tutte le sedute di attività fisica, se intendete farla in modo efficace, cercate di non mangiare un’ora prima di iniziare a camminare. Se non riuscite a camminare alla mattina presto, momento migliore per bruciare i grassi di deposito, fatelo almeno prima di cenare alla sera.

b# Per una camminata efficace cercate di bere sia prima, durante che dopo l’esercizio. L’importante è non trovarsi disidratati: l’acqua è la migliore soluzione, mentre è meglio che lasciate stare tutte le bibite isotoniche che non vi servono a nulla, a meno non stiate correndo una maratona, e interessatevi invece delle bevande naturali energetiche, che possono fornirvi quella spinta naturale in più che solo gli estratti vegetali possono fornire.

c# Perché la camminata sia efficace, fate sempre 5 minuti di riscaldamento con una camminata blanda prima di partire con il vostro passo.

d# Dopo la camminata di riscaldamento, effettuate per qualche minuto degli esercizi di stretching prima di partire, per preparare il vostro intero corpo all’inizio della camminata.

Abbiamo capito, che per molti di noi, il camminare per dimagrire ci costringe a fare una scelta: che non è il portare a spasso il cane alla sera o fare le scale a piedi piuttosto che prendere l’ascensore. Certo, meglio che niente, ma se volete iniziare a camminare per dimagrire, dovere fare una scelta di impegno, una scelta importante, per trovare la determinazione e il tempo necessario a farlo con regolarità e in modo conveniente.

Vedrete che dopo le prime camminate, riscoprirete la gioia di ascoltare il vostro corpo, e gli sforzi iniziali saranno ricompensati, dopo un po’, dai primi risultati che otterrete dalla perdita di peso e dall’adrenalina e dalla voglia di dire: esco per un’oretta, vado a camminare per dimagrire.